ripensiamovenezia.it

Pensieri e parole dei veneziani per il futuro dei veneziani

ripensiamovenezia.it header image 2

Internet gratis a Venezia? Si, no, ni, boh!

22 gennaio 2008 · 5 commenti
Link permanente: http://ripensiamovenezia.it/internet-gratis-a-venezia-si-no-ni-boh/

Era il 14 dicembre quando, al convegno IWA sull’accessibilità informatica il Vice Sindaco Michele Vianello tuonò: qui a Venezia non si parla, si fanno cose concrete: daremo internet gratis a tutti.

Questa invece la notizia di ieri:

Grazie a “Venice Connected”, ha spiegato il vicesindaco Michele Vianello, intervenuto oggi alla conferenza stampa di presentazione di “Carnevale Wifi”, Venezia diventerà luogo dell’innovazione, compiendo un vero e proprio “salto culturale”, spesso ancora poco chiaro a chi opera nella Pubblica Amministrazione. Si tratta, ha sottolineato il vicesindaco, di riconoscere l’accesso alla rete come uno dei fondamentali diritti del cittadino contemporaneo, e di garantirlo a tutti, perché la rete “siamo noi, è dialogo globale”. Il Comune di Venezia è dunque impegnato a “stendere i binari”, ha continuato Vianello, a mettere cioè a disposizione, con capitali pubblici, l’infrastruttura, mentre i “vagoni” che vi viaggeranno sopra, cioè i contenuti, saranno frutto dell’incontro on-line di domanda e offerta.

ma ecco la novità:

Ma ecco cosa sarà possibile fare durante il Carnevale in tutta l’Area Marciana, grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale, Venis Spa, Cisco e gli operatori economici locali, in particolari l’Aepe, i caffè storici della Piazza e l’Associazione Veneziana Albergatori: previo acquisto di una tessera di accesso giornaliero, del costo di 5 euro, o della durata di dieci giorni, al costo di 10 euro, in vendita nei caffè storici della Piazza (Florian, Quadri e Avena) e in due hotel dei dintorni (Monaco e Gran Canal e Luna Baglioni), chiunque potrà inviare brevi filmati su YouTube, scambiare foto digitali su Flickr, accedere ai servizi on-line dei Musei Civici, avere accesso mobile al web, telefonare utilizzando Skype o altri sistemi Voip.  

Di seguito anche il video in cui Vianello presenta il tutto. 

Considerato che, alla faccia del Web 2.0, i commenti son chiusi, lascio spazio qui per i commenti al video :-)

Tags

,

Tags: amministrazione comunale · internet

5 commenti ↓

  • 1 Poletto Gioacchino dot Com » Archivio blog » Internet gratis a Venezia ? Pare di no… // 23 gen 2008 alle ore 12:39

    [...] Riporto dal blog Ripensiamovenezia [...]

  • 2 sputnik // 25 gen 2008 alle ore 20:24

    In realtà a legger bene sul sito http://www.veniceconnected.it dove presentano questa cosa (e con un sito accessibile) dicono che la navigazione è GRATUITA per accedere ai servizi del comune e alle informazioni del carnevale , mentre si paga (10 euro per tutti i giorni mi sembra un prezzo largamente più economico di quello che vendono gli alberghi o che si spende con Vodafone, Tim & c.) per navigare su internet. A me sembra giusto. Perchè dobbiamo criticare sempre, e oltretutto storpiando le informazioni? Prima studiare poi criticare, mi sembra un metodo più maturo. Ringrazio per lo spazio dato a questo commento.

  • 3 Roberto Scano // 25 gen 2008 alle ore 20:39

    Premesso che il sito non è accessibile (secondo i parametri di legge, e su questo non ci sono dubbi visto che quei requisiti li conosco bene), allora è necessario spiegare bene le cose con un linguaggio chiaro e semplice al Vice Sindaco che, quando le espone in un convegno di tecnici, ha invece detto scandendo bene la parola GRATIS collegandola a parole come SKYPE, Wikipedia, servizi Internet. Quanto detto sopra è stato riportato dai giornali il giorno seguente al convegno (con titoli pure sugli strilloni), senza alcuna smentita…
    Quindi se qualcuno storpia le informazioni è chi per primo le promuove.

  • 4 daniele // 22 ago 2010 alle ore 11:32

    Venezia è tra le poche città italiane ad offrire AI RESIDENTI internet gratis. I NON RESIDENTI o chi non si è procurato un account (ovvero I TURISTI) pagano, peraltro a costi ottimi. Dal suo lancio Venice Connected è stato questo, e tutti -tranne l’estensore dell’articolo- lo sanno. Non è che la voglia di protagonismo spinge a criticare anche cose ottime?

  • 5 Roberto Scano // 22 ago 2010 alle ore 12:52

    Ciao Daniele, forse non hai letto la data dell’articolo e ti sei lasciato trascinare :-) A quell’epoca il servizio per il carnevale era a pagamento per tutti, veneziani compresi. Poi si è attivata la possibilità, dal luglio 2009, di fornire ai veneziani un accesso gratuito (con sessioni della durata di 15 minuti cadauna) nelle aree coperte dagli hotspot. Dovresti anche sapere Daniele che la copertura non è ancora come desiderato a suo tempo da Vianello, ovvero ci sono moltissime zone scoperte quindi possiamo dire che Venezia ha delle buone oasi di connettività, ma da qui a dire che il servizio è ottimo – ci penserei due volte ;-)

Lascia un commento